Gaston Berger

"Più veloce va l'automobile, più lontano devono illuminare i fari".

Qualunque forma assumerà il futuro sarà diversa dal presente. È una stanza vuota ma resta un’occasione, si veste d’incertezza ma resta un cantiere aperto, legato mani e piedi alle scelte che assumiamo oggi.

Parlare di futuri, al plurale, è una precondizione culturale per evitare effetti di conformità: il senso comune non basta, non ce la fa ad afferrarlo (il futuro), a udire la sua voce. Occorre munirsi di nuovi alfabeti, parlare il linguaggio della complessità, seguire i passi del pensiero sistemico.

La previsione/anticipazione sociale migliora la nostra capacità di consumare futuro attraverso l’utilizzo di metodi e strumenti funzionali a prendere decisioni migliori, tanto individualmente quanto collettivamente (comunità, aziende, organizzazioni e istituzioni).

Ipse dixit

"In un mondo alluvionato da informazioni irrilevanti, la lucidità è potere".

Yuval Noah Harari

Scrittore
Il futuro è una palla di cannone accesa, e noi la stiamo quasi raggiungendo".

Francesco de Gregori

Cantautore
"Viviamo sospesi nell'interregno fra il non più e il non ancora".

Zygmunt Bauman

Filosofo
"In futuro ognuno vivrà i suoi quindici minuti di celebrità".

Andy Warhol

Artista

Pianifica il futuro perché è lì che passerai il resto della tua vita.

Sapevi che lo studio dei futuri è uno strumento di pianificazione strategica?

TORNA SU